Concorso-Architettura

                     Idee e studio di fattibilità - Poschiavo 2019

Filosofia

La genesi mostra la bellezza della natura ed è contemporaneamente anche un invito a combattere. Non possiamo più inquinare la nostra terra, la nostra acqua e la nostra aria. Ora dobbiamo agire per preservare la terra e il mare intatti e proteggere gli habitat naturali di popoli antichi e animali. E possiamo anche andare oltre cercando di invertire i danni che abbiamo causato.“ 

Dalla mostra di Sebastiao Salgado, Museum für Gestaltung, Zurigo 2018

Sul concorso

La competizione è rivolta principalmente agli studenti e a piccoli studi di architettura. Cerchiamo un progetto che dia uguale importanza a una comprensione sensibile dell'architettura e dei materiali locali, un'integrazione riuscita nella natura, soluzioni energetiche innovative e, da ultimo ma non meno importante, le funzionalità di un'abitazione accogliente e innovativa.

In dettaglio

L'ex casa delle api è stata costruita nel 1923, ristrutturata negli anni '60 e in seguito trasformata in una residenza estiva rinnovato nel 1990. In seguito alla attuale ristrutturazione  dovrà diventare una casa abitabile tutto l'anno per una persona singola o una coppia.

L'edificio è composto da 2 piani, con misure che vanno dai 15 a 20 m2. Per legge, può essere esteso del 30% dell'attuale superficie abitabile netta, il che è auspicabile. L'area può quindi essere aumentata a circa 45 m2. Gli edifici annessi, d'altro canto, non dovrebbero superare il 60% dell'area totale abitabile, vale a dire in definitiva circa 27 m2.


Il programma architettonico dovrebbe includere una camera da letto, un angolo ufficio, WC/doccia e un soggiorno/sala da pranzo con cucina. Inoltre, l'integrazione di un'area sauna e di un garage è gradita.

Per la costruzione del garage, il capanno degli attrezzi può essere smantellato.

Altri edifici non possono essere costruiti in quanto sono al di fuori della "zona di costruzione"

Attorno al "Castelet" ci sono 5'000 m2 di spazio verde, foresta e rocce. Una pianificazione paesaggistico è parte della competizione.

Il "Castelet" si trova direttamente sulla linea del Bernina, patrimonio culturale protetto dall'UNESCO, che ogni anno trasporta oltre un milione di passeggeri attraverso la Valposchiavo.

Condizioni

Il progetto deve dare un grande valore agli aspetti ecologici. Fondamentalmente, intendo includere il know-how degli artigiani locali e l'uso delle risorse locali. È auspicabile un processo di costruzione a chilometro 0. Inoltre, per quanto possibile dovrebbero essere utilizzati materiali già esistenti:

- Larice: 285x40 cm / 285x28 cm / 300x30 cm / 110x30 cm

- Noce: 380x48 cm

- Melo: 210x28 cm

Ad un chilometro di distanza dal "Castelet" c'è una delle ultime segherie idrauliche di Poschiavo (Complesso Artigianale Aino). Poiché nella valle esiste una lunga tradizione nella lavorazione del legno, sarebbe sensato segare le risorse di legno esistenti nella vecchia segheria ad acqua.

L'edificio dovrebbe anche essere ampiamente autosufficiente, questo può essere ottenuto, ad esempio, con un impianto solare sul garage.

Procedere

Il concorso avrà una durata di 3 mesi, dal 10 giugno 2019 al 10 settembre 2019.

Il 21 Giugno 2019 dalle ore 11:00 al 22 giugno 2019 alle ore 15:00 sarà possibile visitare il cantiere, porre domande e prendere misure (non è necessaria una registrazione, ma la stessa è gradita! Ritrovo direttamente al Castelet vedi google maps : https://goo.gl/maps/mZf9ZfGeLFG6E4tH6 o mapsme: http://ge0.me/44BesNqY3g/Unknown_Place).

I progetti sono giudicati e retribuiti come segue:

1 ° posto: 2'500.00 CHF

2 ° posto: 1'250.00 CHF

3 ° posto: 750,00 CHF

4 ° posto: 500,00 CHF

sono pretesi planimetrie dei vari piani con l'intervento, un piano di situazione con concetto architettonico del paesaggio, prospetti e sezioni con e attraverso l'intervento, così come una visualizzazione del progetto (modello, rendering, collage, disegno)

La valutazione si basa su originalità, economicità e sostenibilità.

La giuria è composta da:

- Josias F. Gasser (ex consigliere nazionale e proprietario della Gasser Baumaterialien AG e della Gasser Energy AG)

- Cassiano Luminati (architetto, direttore del Polo Poschiavo, capofila e coordinatore del progetto Interreg Spazio Alpino AlpFoodway e rappresentante della Svizzera in due gruppi di azione della strategia macroregionale dell'UE per la regione alpina)

- Lorenzo Heis (proprietario e promotore della competizione)

Nota: la valutazione dei progetti e il loro premio non portano automaticamente all'esecuzione successiva. Il cliente si riserva la libertà di scelta.

Documentazione

Contatto

In caso di qualsiasi domanda potete raggiungermi come segue:

Nome: Lorenzo Heis

Telefono: +41 76 519 9676

E-mail: lorenzo.heis@gmail.com

Whatsupgroup per nformazioni e progressi del lavoro relativi al concorso di progettazione (notifiche al massimo una volta alla settimana): https://chat.whatsapp.com/KuHRPXpbWxq9TN7CCcXKSP